sabrina

La LILA Toscana negli anni è cresciuta come realtà sul territorio fiorentino, raggiungendo un ruolo importante nel panorama del volontariato e delle istituzioni negli anni delle precedenti presidenze.

Raccogliere questo testimone è un impegno importante, un valore da continuare a far crescere con rispetto e competenza.

Rispetto prima di tutto per le persone: la LILA, come da mission della federazione, si propone di accogliere, ma soprattutto di rendere le persone affette da patologie HIV derivate, capaci di gestire le situazioni di disagio che possono provare, puntando sul loro empowerment. Per questo motivo ritengo importante potenziare e rendere sempre più organizzati, specifici, seguiti da collaboratori formati, i nostri servizi interni e i legami con le altre associazioni del territorio e gli enti pubblici, interlocutori comunali e regionali. Questo sarà importante per creare una rete attorno alle persone che non le faccia sentire sole e che contribuisca a pensarsi fuori da una dimensione di marginalità che alimenta paure e stigma.

Competenza: la formazione degli operatori, le modalità di lavoro che condivideremo saranno aderenti quanto più possibile a modelli di qualità. Questo ci consentirà non solo di fare volontariato ma offrire un servizio di livello a garanzia dei nostri utenti e della popolazione generale tutta.

Io penso la LILA Toscana come una grande ricchezza, non solo per le persone affette da patologie HIV correlate, ma per tutto il territorio, una ricchezza volta alla tutela delle persone, per il nostro benessere, che tutti possono venire a scoprire e contribuire a far crescere.

Sabrina Bellini

Presidente LILA Toscana